Giselda Biagini

Ebbene si, questa settimana facciamo il bis!

Sono felicissimo di ospitare sul mio blog – (per la seconda settimana consecutiva) – una fotografa donna! toscana giselda biagini fotografa

Mamma, fotografa a tempo pieno e creatività da vendere: questa è Giselda Biagini fotografa professionista specializzata nella realizzazione di servizi fotografici per bambini e neonati.

“Ciao Giselda! Benvenuta su Photo-Biography e complimenti per la qualità delle tue fotografie. Che ne dici di iniziare l’intervista?“.

1) Come ti sei avvicinata alla fotografia?

Pittura e fotografia hanno sempre regnato nella mia casa. Mio padre era portatore di tutto cioè che era arte, era appassionato di ogni forma artistica, pittura e  fotografia, pur facendo tutt’altra professione, ha fatto avvicinare tutti noi figli a questo mondo.

Una volta finito il liceo artistico ho frequentato l’accademia di belle arti – (arti multimediali) – proprio in quegli anni mi sono avvicinata alla fotografia, all’inizio era solo per completare altri progetti, web, design…solo dopo, la fotografia ha preso il sopravvento su tutto il resto.

2) Raccontaci il tuo percorso da fotografo. Sei un’ autodidatta oppure hai seguito dei corsi o frequentato delle scuole?

Come dicevo nella risposta precedente, all’accademia di belle arti ho fatto i primi corsi di fotografia, ma come tutte le passioni, il mio studio non finiva negli orari dell’accademia, continuavo a sperimentare, fotografavo senza limiti, portavo avanti molti progetti gratuiti con l’unico scopo di perfezionarmi.

Poco prima della tesi, sono stata selezionata per uno stage a Fabrica, gruppo pubblicitario Benetton. Ero una formichina in un regno enorme, ho assorbito tanto da quella breve esperienza, così una volta tornata nella mia provincia sono diventata più determinata a migliorarmi.

3) Parlaci del genere di fotografia per il quale ti sei specializzata. Perchè hai deciso di investire tutto su questo genere?

Mi sono accostata alla fotografia infantile per passione, una volta diventata mamma unire la passione per la fotografia all’emozione della maternità è stato un passo spontaneo. Mio figlio, Leonardo, è stata la prima “cavia” di questa avventura.

Il sentimento che volevo rendere nelle foto era quel candore di cui ci si sente parte una volta scoperto di essere incinta o nel momento in cui si diventa madri e genitori, un emozione che vivo quotidianamente con la mia famiglia, con i miei due bimbi e che adoro rivivere con i miei clienti.

4) Le prime sconfitte o delusioni. Ne hai avute? Se si, in quale momento della tua carriera sono arrivate?

Scoprire che condividere le mie passioni/idee fotografiche con altri colleghi era uno sbaglio, è stata sicuramente una delusione, purtroppo non per tutti la fotografia è un percorso proprio ma piuttosto un cercare di fare come altri…

Non sono ipocrita e penso che tutti noi ci ispiriamo ad altri, la cultura artistica in Italia è comunque molto viva e ricca, ma credo che ogniuno di noi debba trovare in se stesso quel qualcosa in più che differenzi il proprio percorso artistico.

5) Le soddisfazioni che ti sei tolto. (Un’ po di autocelebrazione non fa mai male!)

La soddisfazione è stata quella di riuscire a vivere facendo quello che più mi piace! I bimbi, le gravidanze e le foto dei neonati non sono il “business” da seguire ma vere e proprie passioni, fatte per molto tempo anche senza guadagnarci niente, solo per il gusto di arrivare a creare “LA FOTO” che avevo in mente, nella giusta pulizia d’immagine.

Aver unito passione e professione è sicuramente la soddisfazione più grande, ho seguito i miei sogni e gli insegnamenti in cui credeva mio padre.

toscana giselda biagini fotografa

© Giselda Biagini

6) Quali sono, a tuo avviso, le problematiche del tuo settore/nicchia di riferimento? Che soluzioni proporresti per migliorare la situazione?

L’unico appunto che mi sento di fare riguarda la “fotografia neonato”. Troppo spesso si trovano professionisti che si  avvicinano a questo genere solo per guadagno o per moda, per esperienza penso che questo non sia un genere in cui ci si possa improvvisare, occorre molto tempo prima di affinare le tecniche di messa in posa, non per niente a volte per un buon lavoro occorrono anche 3 ore.

Siamo a contatto con modelli davvero molto piccoli, spesso si parla di pochissimi giorni d’età e ci vuole una preparazione che va al di là di sole competenze da fotografo.

7) Il servizio fotografico che ti è rimasto nel cuore. Raccontacelo!

Davvero una difficile domanda, io tendo ad affezionarmi a tutte le storie che passano davanti al mio obbiettivo.

Anche se tendo a fare pochi matrimoni, in questo caso potrei dire la mia prima sposa, ho condiviso con lei le ansie del grande giorno, poi la gravidanza e l’arrivo del suo primo bimbo, avere la possibilità di vivere certi percorsi ti permette di vivere la foto con un trasporto maggiore.

8) Canon o Nikon? Qual’è la tua fida compagna di scatto? Dicci la tua!

Io ormai uso Canon da sempre, la usavo ai tempi dell’accademia di belle arti, e dopo uno stage alla Benetton ho avuto ancora conferme che fosse una buona macchina fotografica.

Sono convinta che oggi giorno scegliere tra una e l’altra siano solo correnti di pensiero. Le foto buone hanno bisogno si di una buona macchina ma anche di un cuore.

9) L’obiettivo al quale non potresti mai rinunciare.

Il 50mm f1.4…all’inizio ho faticato ad abituarmi all’ottica fissa ma dopo un pò di pratica ho scoperto i vantaggi di quest’ottica straordinaria, scatto l’80% delle mie foto con questa lente.

10) Un consiglio alle nuove leve e a tutti quelli che sognano di diventare fotografi professionisti.

Il mio consiglio è di non demordere, il mio professore di fotografia diceva che se dopo i 25 anni non avessi ancora “campato” con la fotografia avrei dovuto lasciare…bhè io sono andata oltre e per me è diventato un lavoro vero e proprio solo dopo i 27 anni, sono stata tenace, anche quando tutti in famiglia dicevano che dovevo abbandonare i sogni per qualcosa di più concreto, ma io stavo bene solo dopo una giornata di foto e alla fine, un pochino, ho avuto ragione!

Sito web: http://www.giseldabiagini.com
Facebook: https://www.facebook.com/giselda.biagini

toscana giselda biagini fotografa

© Giselda Biagini

toscana giselda biagini fotografa
Ex fotografo, innamorato profondamente della fotografia. Curioso, pignolo e testardo ma sempre con il sorriso sulle labbra. Sogna la sua vecchiaia sulle Alpi bavaresi insieme ad Heidi e le caprette che gli fanno "ciao!".
toscana giselda biagini fotografa
toscana giselda biagini fotografa

Latest posts by Cristiano Bianchi (see all)

toscana giselda biagini fotografa

Ti potrebbe interessare anche: